Senza titolo-1.png

SASSOLUNGO

VIA NORMALE

Salita alla maestosa cima del Sassolungo: un viaggio tra cenge, canali e crode in un ambiente selvaggio …forse il 3000 più impegnativo delle Dolomiti! Una salita indimenticabile nel cuore delle dolomiti tra le cime che hanno visto molte storie epiche dell’alpinismo passato!

Da dove partiamo?

In prossimità del passo Sella. Inizieremo la salita verso il rifugio Demetz nel primo pomeriggio, dove ci fermeremo per la cena e il pernottamento. Il giorno successivo ci incammineremo presto la mattina tra la cengia dei Fassani, tra successive crode, canali e creste raggiungeremo la cima del Sassolungo a 3180 m in un ambiente incredibile. Vista ed emozioni impareggiabili! 

Quanto tempo impiegheremo?

L’uscita viene proposta in due giornate, con partenza pomeriggio e rientro il pomeriggio del giorno successivo.

Che difficoltà avrà l’uscita?

Il dislivello complessivo di circa 1200 metri, la progressione in corda corta su roccia, l’esposizione e la lunghezza dell’itinerario richiedono un adeguata preparazione fisica per persone che hanno già affrontato terreno misto di 3 grado. Difficoltà complessiva: molto alta.

Che materiale dovrò avere con me?

Oltre al vestiario e idoneo per l’alta montagna servirà avere con sé un imbrago, ramponi e casco. È possibile noleggiare tutta l’attrezzatura previa comunicazione alla Guida Alpina.  

Quanto costa?

480 € 1 persona – 300 € 2 persone. Il costo comprende l’attività di accompagnamento della Guida Alpina (non include, noleggi, trasporti, cibo, pernottamento in rifugio o altro espressamente indicato in costi).

Periodo?

Da luglio a settembre.